Le conosci le differenze tra fondente al latte e bianco!?

In commercio esiste una varietà notevole di cioccolato e lo possiamo classificare a seconda di sapore e forma, qualità e della tostatura dei semi di cacao, procedimento di lavorazione adottato e infine del gusto del paese nel quale il cioccolato viene prodotto.

Prova i nostri Panettoni Artigianali al cioccolato

Il cioccolato fondente è fatto con pasta di cacao (presente almeno al 45%), burro di cacao (almeno al 28%), zucchero, vaniglia e raramente lecitina in quantità variabili.

Se aveste intenzione di utilizzarlo in cucina, sappiate che i migliori risultati si ottengono  con il cioccolato con un contenuto di cacao del 50%.

E naturalmente, è una garanzia anche per dolci e dessert!

Ovviamente il cioccolato migliore da consumare sgranocchiando è il cioccolato al latte: ottenuto aggiungendo il latte appunto!

Questo tipo di cioccolato  ha una quantità di cacao non minore del 25%. Il suo sapore più dolce e cremoso è particolarmente apprezzato dai bambini e in generale da tutti quelli che amano sapori più dolci.

Cioccolato bianco. Ottenuto miscelando solo burro di cacao per il 20% del peso, latte o suoi derivati per almeno il 14% e saccarosio ad una quantità non superiore al 55%, il cioccolato bianco non contiene né cacao né coloranti, per cui tecnicamente non potrebbe essere definito propriamente cioccolato.

Secondo la normativa vigente, infatti, si definisce cioccolato un prodotto costituito da granelli di cacao, cacao magro e cacao in polvere, saccarosio e burro di cacao.

Il cioccolato bianco, più grasso del fondente, è largamente utilizzato per glassare torte e preparare mousse, salse e dolci vari.

Infine tra i migliori tipi di cacao troviamo:

il cacao criollo (Theobroma cacao), definito cacao nobile. Originario del Messico e diffuso soprattutto nei suoi Paesi di origine, Ecuador e Venezuela, con  semi bianchi, molto profumati e poco amari; particolarmente sensibile alle intemperie, ha bisogno di molte cure e la sua resa è relativamente scarsa. Una qualità pregiata sul mercato, sia per i ridotti quantitativi che ne vengono prodotti (rappresenta meno del 10% sul totale del raccolto mondiale), sia per il prezzo più alto.

La produzione mondiale non supera l’1% del totale, mentre rappresenta il 10% delle specie di cacao utilizzate nella produzione di cioccolato.

Il cacao forastero (Theobroma cacao sphaerocarpum), detto anche di consumo, è una qualità robusta con alta resa, è coltivato in Africa occidentale, in Brasile e nel sud-est asiatico, e produce semi violetti dal gusto forte e amaro. Alla base della produzione dell’80% del cioccolato; rappresenta oltre l’80% di tutto il cacao raccolto nel mondo.

Il cacao Trinitario, originario della bassa Amazzonia, presenta caratteristiche ibride tra i primi due tipi.

Nella nostra produzione utilizziamo un cioccolato e  il cacao migliore per regalarvi il piacere di assaporare le migliori cioccolate dei mastri pasticceri di Delizie Di Gusto!